Edizioni Passate

Quinta Edizione

Classifiche ufficiali Edizione 2019

Quarta Edizione

Classifiche ufficiali Edizione 2018

Terza Edizione

Classifiche ufficiali Edizione 2017

Seconda Edizione

Classifiche ufficiali Edizione 2016

Prima Edizione

La prima edizione è andata e ci lascia tutti con l’amaro in bocca .. Abbiamo dovuto fare la cosa che tutti non vorrebbero mai fare: “FERMARE LA GARA”. Tutto era partito nel migliore dei modi con una temperatura e visibilità ideale per gustarsi la valle e le Piccole Dolomiti. Dopo poco più di 6 ore e ancora con il sole, taglia il traguardo un grande Glauco Nedrotti. Da lì pensiamo ….è quasi fatta. Il primo è arrivato e si è verificato solo qualche disguido dovuto all’inesperienza ma non ci sono stati grandi problemi, quindi pian piano in altre 6/7 ore arriveranno tutti. Ma pochi minuti dopo iniziano ad arrivare dal punto radio del ristoro del Bertagnoli le prime notizie di maltempo e pioggia. Ci giriamo verso i monti ed il cielo è diventato nero. Da Montefalcone le notizie non sono buone: Nebbia, freddo ed inizia a grandinare. Meglio tenere ferma la gente al bertagnoli un po’ per lasciar passar via il brutto tempo. Ma non si riesce più a comunicare visto il temporale e intanto la gente continua a salire. Dalla postazione di Cima Marana arrivano le foto del diluvio che mostrano come il sentiero di collegamento è diventato poco sicuro. Riprendono le comunicazioni e da sotto Marana (malga Cacciavillani) arrivano atleti bagnati fradici e infreddoliti che preferiscono continuare correre per restare caldi piuttosto che fermarsi. Lì inizi a pensare quanto importante è il kit obbligatorio e speri che tutti oltre al k-way si siano portati il telo termico nel caso la situazione vada peggiorando. A questo punto la gara fatta di classifiche va in secondo piano e pensi alle 160 persone dislocate nel percorso più altri 90 volontari che stanno rischiando, per questo nostro sogno, di portare il trail e valorizzare le bellezze naturali del nostro territorio. Adesso il maltempo è arrivato anche a Chiampo ed una foto dell’arrivo della prima donna Anna Pedevilla immortala la situazione. Ore 13.13.. Basta… è ora di fermare tutto, bloccate le persone quando arrivano ai ristori e partiamo a recuperarle. Adesso non si può più tornare indietro, tempo e lavoro sprecati che in un attimo ti passano davanti. Anche il sindaco si rende disponibile e parte a recuperare le persone dislocate nei monti. 3 ore di lavoro con i volontari e comunicazione tra i vari punti radio e la situazione è fortunatamente risolta senza che nessuno si faccia male. Nel frattempo il sole ha ricominciato a splendere e a scaldare le persone che, ormai tornate a Chiampo, volevano assaporare il traguardo.Questo ti fa capire che non puoi programmare la natura, bensì devi sottometterti a lei. Molti concorrenti hanno capito la situazione e non ci hanno fatto pesare l’importante decisione, anzi ci hanno ugualmente ringraziato pur non avendo finito la gara o non essendo andati in classifica anche se arrivati. Oggi tutti hanno preso e meritato la medaglia di Finisher per lo spirito e la sportività dimostrata. Ogni volta che guarderete la medaglia del 1° Durona Trail vi tornerà in mente la bellissima Valle del Chiampo ed un finale gara inaspettato! Grazie a tutti per essere venuti.

Lo staff 

Classifiche NON ufficiali

Vista l’interruzione della gara causa maltempo e delle conseguenti difficoltà tecniche riscontrate nel cronometraggio della stessa, le seguenti classifiche non sono da ritenersi ufficiali.

Documentazione Fotografica

Album Facebook